TERZA SEZIONE

Seduta del 29.07.98
Voto n.345

OGGETTO:
Autorità Portuale di Ravenna. Porto di Ravenna. Opere connesse all’allargamento del canale Candiano nel tratto compreso tra l’abitato di Marina di Ravenna e la confluenza con il canale Piombone. Importo complessivo £ 53.668.221.542.
RAVENNA

LA SEZIONE

VISTA la nota n. 4815 del 22.07.1988, con la quale la Direzione Generale delle OO.MM. ha trasmesso, per esame e parere, gli atti relativi all’affare indicato in oggetto;

VISTI i precedenti voti di questa Sezione sull’argomento, n. 212 in data 17.07.1996 e n. 369 in data 29/07/1997;

ESAMINATI gli atti pervenuti;

UDITA la Commissione Relatrice (Ranieri, Stura, Da Deppo, Burghignoli, Del Gaizo).

PREMESSO

Con voto n. 369 in data 29/07/1997 questa Sezione espresse parere favorevole con prescrizioni sul progetto esecutivo dei lavori in argomento dello stesso importo di quello ora all’esame.
Successivamente l’Autorità Portuale di Ravenna ha provveduto ad adempiere alle prescrizioni contenute nel citato voto, modificando opportunamente il progetto, come risulta dalla nota n. 132 in data 24/11/1997 del Dirigente Tecnico di Zona incaricato della relativa verifica.
Ora viene presentata, rispetto al progetto già esaminato, una variante consistente unicamente nella modifica del tipo del palancolato metallico, poiché "la Ditta produttrice delle palancole metalliche, di cui si era prevista l’utilizzazione, al 31/12/1997 ha messo fuori produzione tale tipologia di prodotto, sostituendola con una di caratteristiche leggermente diverse e migliorative dal punto di vista statico".
Il palancolato originariamente previsto era "tipo Arbed HZ 975 A ZH 9.5", mentre il nuovo profilo è "tipo Arbed HZ 975 B – 12 AZ 18".
Come si riferisce nella nota integrativa ai calcoli statici, allegata al progetto, "dall’esame comparativo dei dati caratteristici dei due profili emerge che il nuovo, con il quale si propone di sostituire quello di progetto, ha parità di peso/m2 e quindi di costo, mentre ha caratteristiche di resistenza superiori. Si precisa, inoltre, che la qualità dell’acciaio utilizzato per le palancole metalliche è rimasta invariata, per cui da un punto di vista economico si ha perfetta equivalenza e da un punto di vista tecnico si hanno qualità leggermente migliori".
Il Dirigente Tecnico di Zona si è espresso preliminarmente sulla variante in argomento con nota n. 152 in data 10/07/1998, ritenendo che il progetto presentato fosse meritevole di essere sottoposto all’esame e parere del Consiglio Superiore dei LL.PP.

CONSIDERATO

La Sezione preliminarmente osserva che non si tratta di un progetto di variante, dal momento che ancora non è stata espletata la gara d’appalto, bensì di un nuovo progetto, dove rispetto a quello già esaminato da questa Sezione, è stato modificato unicamente il profilo del palancolato, restando invariato il progetto stesso sotto l’aspetto economico-amministrativo.
Tenuto conto che il tipo di palancola originariamente previsto non è più in produzione e che quello nuovo ha caratteristiche tecniche leggermente migliori, pur restando invariato il prezzo, si ritiene che la modifica proposta sia accettabile.
Pertanto, tenuto conto che la Sezione si era già espressa favorevolmente sul progetto originario con il voto citato in premesse e che l’unica variante apportata appare accettabile, si ritiene che il progetto ora all’esame sia redatto correttamente e non dia luogo ad osservazioni di sorta.

Tutto ciò premesso e considerato, la Sezione all’unanimità è del

P A R E R E

che il progetto esecutivo in argomento per l’allargamento del canale Candiano nel tratto tra l’abitato di Marina di Ravenna e la confluenza con il canale Piombone nel porto di Ravenna sia meritevole di approvazione.